Le Striatelle di Nonna Mafalda

De Le Striatelle mi aveva parlato un collega qualche mese fa, ma poi – nonostante il suo racconto mi avesse incuriosita – non avevo mai avuto modo di provare questo localino vicino Porta Genova, almeno fino a domenica scorsa. Dopo una deludente tappa al Cake Festival, L. ed io eravamo a zonzo alla ricerca di un posto dove poter fare una merenda che somigliasse a un pranzo, cosa non facile vista l’ora – le 17 passate! – finché non mi sono tornate in mente loro, Le Striatelle.

Fuori un cartello avvisa i passanti che lì è possibile mangiare a tutte le ore, il che in una via Vigevano con le saracinesche abbassate a metà è già un grande punto a favore di questo posticino; il sorriso della signora che ci ha accompagnati al tavolo e l’odore di cose buone ci hanno poi confermato che la dritta del mio collega era giusta ancora prima ancora di ordinare.

Le StriatelleMa cosa sono queste striatelle? Bella domanda: derivano da un’antica ricetta di strada emiliana e assomigliano alle piadine, ma sono più alte alte – tipo una pizza per intenderci – e senz’altro più croccanti di entrambe le “cugine”.

La pasta delle striatelle viene lasciata lievitare per 48 ore e poi cotta in forno a legna, la generosa farcitura è a scelta da un ricco menu che comprende affettati e formaggi di ogni tipo – da quelli tradizionali a quelli più ricercati – varianti vegetariane e persino polpette, pesce, pollo o hamburger.

A completare il menu poi non mancano una piccola selezione di piatti tradizionali e paste fresche fatte in casa.

Unica pecca, i dolci: leggendo le recensioni online si parla anche di versioni dolci delle striatelle, ma domenica sul menu erano presenti solo gli straclassici tartufi, semifreddi al torroncino, ecc. quando invece ci aspettavamo di trovare qualcosa di tipico come nel resto del menu. Per amore di verità devo dire però che l’assenza del dolce non è stata affatto un problema: eravamo affamati e abbiamo mangiato una striatella e mezzo a testa, le porzioni sono così generose che alle fine abbiamo unito pranzo e cena in questo goloso intermezzo pomeridiano.

I prezzi? Assolutamente a portata di tutte le tasche: si va dai 5 ai 12 euro per piatti gustosi, serviti celermente e con grande gentilezza; in alternativa è possibile ordinare il brunch al prezzo politicissimo di 8 €.

Non so se sia vero che la striatella crea dipendenza come riportato sul menu, ma il fatto che L. il giorno dopo sia tornato dal lavoro dicendo “però, che bomba quelle striatelle”, la dice lunga su quanto ci siano piaciute. Torneremo? Senz’altro!

___

Le Striatelle di Nonna Mafalda
Via Vigevano 13, Milano
Tel. 02.39811590

vpervalentina

Valentina Arnaldi, web editor con un sogno nel cassetto: il Cordon Bleu, una cosetta per gente di poche pretese. Nel frattempo, cucino cose e vedo posti.

3 Comments

Rispondi