Victoria Sponge Cake – Tanti auguri a me!

Gira che ti rigira siamo a 33 (+2 giorni, per essere precisi) e per festeggiarmi ho voluto esagerare con una torta degna di una regina, la regina Vittoria per la precisione. La Victoria Sponge Cake è un classico della pasticceria inglese per l’ora del tè, con un 4/4 come base ripieno di panna e marmellata di fragole o lamponi che io ho sostituito con frutta fresca. Il risultato è un tripudio di gusto, una torta molto scenografica, ma facile da assemblare anche per una negata delle decorazioni come la sottoscritta, una bomba calorica che almeno una volta va provata e condivisa con chi si ama.

Victoria Sponge Cake

Ingredienti per la base

4 uova
lo stesso peso di zucchero, farina autolievitante e burro
1/2 cucchiaino di vaniglia
sale

Ingredienti per la farcitura

3 confezioni di panna da montare
zucchero a velo
fragole a volontà
latte per la bagna

Procedimento

Pesare le uova e preparare in 3 ciotole lo stesso peso di farina, zucchero e burro. Lavorare il burro ammorbidito con lo zucchero, aggiungere un uovo per volta avendo cura che il precedente sia stato assorbito, poi la vaniglia e un pizzico di sale.

Setacciare la farina e incorporarla con l’aiuto di una spatola lavorando il composto delicatamente come si fa per il Pan di Spagna. Versare in uno stampo oliato e infarinato e cuocere a 180° C in forno caldo per 20-25 minuti (come sempre prova stecchino per controllare la cottura).

Victoria Sponge Cake
Dopo qualche ora (o meglio ancora il giorno dopo) tagliare la torta perfettamente raffreddata in 2 dischi. Bagnare la base con poco latte (io l’ho mischiato con un paio di cucchiai di marmellata di fragole) e ricoprire la superficie della torta con le fragole tagliate a metà.

Montare a neve ferma 2 confezioni di panna fresca con 2 cucchiai di zucchero a velo (la torta è già dolcissima di suo) e spalmare la panna montata sulle fragole. Adagiare sulla panna il secondo disco di torta e ricoprirlo alla buona con la terza confezione di panna montata (o semplicemente zucchero a velo) e fragole.

Tenere in fresco fino al momento di servirla, spegnere la candelina ed esprimere un desiderio.

vpervalentina

Valentina Arnaldi, web editor con un sogno nel cassetto: il Cordon Bleu, una cosetta per gente di poche pretese. Nel frattempo, cucino cose e vedo posti.

2 Comments

Rispondi