I bignè e la ricetta della pasta choux

Da che mondo è mondo, non c’è pranzo della domenica senza una torta o dei pasticcini, almeno a casa dei miei nonni, come in chissà quante altre case, è sempre stato così. Poi è venuta l’università, Milano e i non pranzi della domenica che ogni settimana mi fanno sentire la mancanza di quell’abitudine antica che ha il potere di riunire tutta la famiglia intorno a un tavolo.

L’idea di fare dei bigné mi ronzava in testa da tempo finché ieri non mi sono detta: ma se visto che sono bloccata a casa ci provo? Sarà tanto difficile questa famigerata pasta choux? Beh, la pasta non mi è sembrata difficile come temevo, difficile è stato azzeccare la cottura perché il tempo indicato sulla ricetta di Knam trovata online era drammaticamente sbagliato. Risultato? Un afflosciamento generale con conseguente lancio di anatemi, ma fortunatamente un secondo giro in forno ha risollevato i bignè e il mio umore.

Pasta choux e bignè
Ingredienti

5 uova
150 ml di acqua
100 ml di latte
110 g di burro
155 g di farina
8 g di zucchero
3 g di sale fino

Procedimento

In un pentolino portare a ebollizione latte, acqua, burro, zucchero e sale. Versare sul composto la farina setacciata e mescolare per pochi secondi con un cucchiaio di legno finché non si otterrà una pastella omogenea che si stacca dalla pareti. Versare la pastella in un’altra ciotola in modo da interromperne la cottura e aggiungere un uovo alla volta (aspettare che si sia assorbito prima di passare al successivo).

Bignè e pasta choux

Ottenuto un impasto liscio e morbido (assomiglia a una crema molto densa), versarlo in una sac à poche o in una sparabiscotti e formare i bignè su una teglia ricoperta di carta forno. Cuocere i bignè a 200° C per circa 20 minuti, finchè non saranno dorati.

[ndr Una volta freddi farcirli con crema a piacere: io ho optato per una tradizionalissima crema pasticcera classica e al cioccolato, in fin dei conti era pur sempre la mia prima volta, no?]

vpervalentina

Valentina Arnaldi, web editor con un sogno nel cassetto: il Cordon Bleu, una cosetta per gente di poche pretese. Nel frattempo, cucino cose e vedo posti.

6 Comments

    • Pensavo anche io, invece alla fine è stato mooolto più facile del previsto anche per una sproveduta senza tecnica come la sottoscritta…

      • Ps: fuori tema.sto pensando di togliere i like ai post e lasciare solo la possibilità di commentare… Tu che ne pensi? In generale… (Sto provando a fare una faccia tipo quella della tua foto profilo!)

  1. Ciao Nicoletta, buondì! Io la lascerei invece, è come un modo per far intereagire anche chi è pigro, timido o magari ha apprezzato quel post ma non ha niente di particolare da scrivere…
    PS a breve online nuovo sito con nuova foto, adesso sono “leggermente” diversa (rossa come una carota :D)

  2. Ciao Valentina, complimenti!!! Mi piacciono tantissimo anche le tue foto: Brava!!!

Rispondi