Buon (non) compleanno – Torta al latte caldo con crema pasticcera alla panna e fragole

Se dovessi riassumere questo mese con un dolce o se ci fosse una torta per ogni mese, maggio sarebbe esattamente così: una torta di compleanno dal sapore d’infanzia farcita con crema e ricoperta da una cascata di fragole e panna. Ricca, bella da vedere e da mangiare, profumata di mamma, what else?

Torta al latte caldo
Ingredienti per la base

165 g di farina autolievitante (oppure 00 + 6 g di lievito)
165 g di zucchero
120 g di latte fresco
3 uova a temperatura ambiente
60 g di burro,
1/2 cucchiaino di vaniglia
un pizzico di sale

Ingredienti per la crema

200 ml di panna fresca
300 ml di latte fresco
120 g di zucchero
40 g di farina
2 uova intere
1/2 cucchiaino di vaniglia
un pizzico di sale

Ingredienti per la decorazione

2 confezioni di panna fresca
fragole

Procedimento

Iniziamo dalla base, stavolta niente pan di Spagna, ma un’ottima alternativa, perfetta anche da mangiare da sola o da inzuppare a colazione, la torta al latte caldo di Tish Boyle.

Scaldare latte e burro finché questo non sarà sciolto e lasciare in infusione con la vaniglia. Nel mentre montare le uova con le zucchero per circa 15 minuti fino a quando non saranno chiarissime e l’impasto, ormai triplicato, “scriverà”. Dimenticarsi di planetaria o fruste e aggiungere la farina setacciata incorporandola dall’alto verso il basso con una spatola. Scaldare di nuovo il latte con il burro e – quando starà per bollire – aggiungerlo al composto sempre mescolando delicatamente con la spatola. Versare l’impasto in uno stampo rivestito con carta forno, cuocere in forno caldo a 180° per 25-30 minuti (prova stecchino, sempre!) e lasciare che la casa sia invasa da un profumo delizioso di vaniglia.

La crema è una di quelle ricette maipiùsenza, è mooolto simile alla Chantilly, si fa in un baleno e, visto che si usano le uova intere, non comporta il classico checifaccioconglialbumi? Mettere in un pentolino (sempre quello) latte, panna, vaniglia, portare a bollore e lasciare riposare. Sbattere in un’altra pentola le uova con lo zucchero e il pizzico di sale, aggiungere la farina setacciata, mescolare e versare il latte in un colpo solo. Cuocere a fiamma dolce finché la crema non si addenserà e, quando sarà pronta, lasciarla raffreddare in una ciotola o un piatto (nel tegame caldo continuerebbe a cuocere).

Non resta che tagliare la torta ormai fredda a metà, farcire con la crema, richiudere e, se possibile, lasciarla riposare per un giorno in frigorifero in modo che i sapori si amalgamino alla perfezione. Prima di servirla montare la panna e decorararla a piacere con le fragole. Tanti auguri a me!

vpervalentina

Valentina Arnaldi, web editor con un sogno nel cassetto: il Cordon Bleu, una cosetta per gente di poche pretese. Nel frattempo, cucino cose e vedo posti.

5 Comments

Rispondi