Meat free monday – Orzo al radicchio

Variante gustosta dell’intramontabile risotto, l’orzo al radicchio si prepara praticamente nello stesso modo, ma richiede qualche attenzione durante la cottura in meno, cosa che non fa mai male dopo un giorno di ordinaria follia in ufficio mentre ci si districa tra 30 faccende in contemporanea.

de306e90877b11e38b8d12c5707c1aa0_8Ingredienti per 2 porzioni: un radicchio, 1/2 scalogno, una tazzina di vino, 160 grammi di orzo, brodo vegetale o acqua bollente, 2 cucchiai di Philadelphia, olio, sale e pepe.

Far dorare in una padella antiaderente lo scalogno tagliato fine con un filo di olio, buttarci dentro l’orzo, sfumare col vino e aggiungere il radicchio. A questo punto aggiungere sale, una spruzzata di pepe e proseguire la cottura con semplice acqua bollente o brodo vegetale (cerco di limitare il più possibile l’uso del dado visto che è uno dei cibi neri per chi soffre di emicrania).

Quando l’orzo è cotto non resta che far mantecare l’orzotto con un paio di cucchiai di Philadelphia o simili invece che col burro per legarlo, ma soprattutto rispondere all’annoso dilemma: lo facciamo fuori tutto a cena o ne lasciamo un po’ per la schiscia di domani visto che si conserva alla grande?

vpervalentina

Valentina Arnaldi, web editor con un sogno nel cassetto: il Cordon Bleu, una cosetta per gente di poche pretese. Nel frattempo, cucino cose e vedo posti.

4 Comments

Rispondi